INTERCULTURA

Da sempre Juppiter ha scommesso sulla lingua italiana come primo strumento per aggregare etnie differenti, promuovendo la comunicazione come modalità prioritaria per l’integrazione. Questo era il principio fondatore di un progetto, Mondobrillante, rivolto alle persone straniere.

Dal 2000, anno in cui il tema dell'integrazione ha iniziato a trovare espressione all'interno dell'associazione, ad oggi, gli scopi dell'attenzione agli stranieri sono rimasti gli stessi: stimolare l’incontro e la coesistenza pacifica fra le diverse etnie, creare atteggiamenti di responsabilità in chi è più avanti nell’apprendimento della lingua italiana perché possa essere d’aiuto a chi è più indietro; facilitare la diffusione del patrimonio culturale di ognuno. 

Oggi l'integrazione all'interno di Juppiter si esprime attraverso la scuola Penny Wirton, fondata dallo scrittore  Eraldo Affinati che ha sede a Viterbo, all'interno de La Casa delle Arti e che prevede l'apprendimento della lingua italiana in rapporto di uno a uno (massimo uno a due) con chi, a titolo completamente volontario, insegna.